Passa ai contenuti principali

Perchè non il Rock?



Vi pongo questa domanda come dal titolo: perchè non il ROCK?


Lo chiedo a chi non ha ancora trovato la strada musicale che più gli si addice e sta ascoltando più generi.

Di questi tempi basta ascoltare una qualsiasi radio "commerciale" per capire che tutte le canzoni che ci propongono hanno una vita media di un paio di mesi al massimo, per poi essere sostituite da un'altra e da un'altra ancora.

Ma andiamo analizzare la qualità di suddette "canzoni" (a volte chiamarle cosi è un insulto a chi ne ha scritto e interpretato di vere). Se ascoltiamo attentamente i brani più in àuge e più ripetuti nelle radio "pop" possiamo accorgerci di una cosa sconcertante: non c'è qualcuno che FA musica ! O meglio, le basi di sottofondo sono per l'ottanta per cento "elettroniche".

Cosa significa? Che tra una decina d'anni si ridurrà drasticamente che imbraccerà una chitarra elettrica o chi prenderà per la prima volta in mano un bel paio di bacchette! 

Questo potrebbe significare la fine per chi, come noi, ha vissuto un'infanzia ai ritmi di "Welcome to the Jungle", "Thundestuck" o anche semplicemente dei Beatles e dei Rolling Stones.

Allora, mi ripeto, perché non proporre il Rock come punto d'inizio di una nuova generazione di musicisti e ascoltatori?

Forse noi siamo troppo di parte, è vero, ma guardandoci intorno vediamo giovani completamente adulanti nei confronti di musiche (scusate, qui ho davvero esagerato, forse sarebbe meglio chiamarli rumori) di cui il testo (scusate l'ho rifatto, forse sarebbe meglio dire parole a caso) è:

" fumo, fumo e rido
Mmh ha ha ha ha ha ha
Lei ride, ride, ride, ride
Mmh ha ha ha ha ha ha

Mangio, mangio caramelle
Gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam
Africa, buon vino kasso
Ku ku ku ku ku ku hu".

Ora, che il livello sia ESTREMAMENTE basso è fin troppo evidente e non giudico chi sbava dietro questa roba (anzi si, lo faccio), ma vorrei fare noto a tali soggetti che c'è un alternativa che si chiama "musica suonata" e che negli anni '60 '70 la gente ha fatto di tutto per sdoganare dagli stereotipi della società di allora un genere chiamato Rock 'n roll. E non abbiate paura: anche con esso potrete essere, se vorrete, ribelli e controcorrente, cattivi e maledetti, ma almeno i vostri timpani smetteranno di sanguinare e chiedere pietà (l'avevo detto che giudicavo!).

Commenti

Post popolari in questo blog

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f

LaRagazza del Rock ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DEL ROCK!

Ciao Amici Rockettari,  eccomi ancora qui, stavolta vi porto a spasso con me! Parliamo di luoghi “ROCK”. Possono essere concerti, stadi, strade o Hotel, poco importa… vengono ricordati nell’immaginario collettivo  poiché è successo qualcosa di veramente sensazionale e che ha cambiato la storia. In attesa di poter riprendere a viaggiare normalmente, di essere liberi di prendere un aereo per finire chissà dove, facciamoci un bel tour nei luoghi più famosi del rock! Questo è l’itinerario: per rendere giustizia rechiamoci in primis dove è nato il genere:  STATI UNITI D’AMERICA:  OHIO – CLEVELAND : il Rock & Roll Hall of Fame è un museo alla memoria dei più importanti artisti e  personalità della musica: Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Buddy Holly, Chuck Berry….  Tra le mostre temporanee vi cito alcuni degli artisti meglio rappresentati come Elvis Presley, The Who, John, Lennon, U2, Bob Dylan, The Clash. Per prendere un po’ di sole, ci spostiamo in CALIFORNIA – EL CERRITO: La “Metallima