Passa ai contenuti principali

Rock album-Ten-Pearl Jam


Chissà se Eddie Vedder immaginava che sarebbe diventato uno dei cantanti più famosi della storia del rock e un simbolo del movimento grunge quando iniziò a scrivere i testi sul demo che gli aveva fornito l’amico Jack Irons, ex batterista dei Red Hot Chili Peppers.
Il giovane Eddie lavorava presso un pompa di benzina e le sue passioni erano il surf e la musica.

Il nastro sul quale mise le mani era di una nuova band di Seattle formata da Stone Gossard e Mike McCready alle chitarre, Jeff Ament al basso e Matt Cameron (batterista anche dei Soundgarden) alla batteria: in poche parole i futuri Pearl Jam!.




Canzoni leggendarie come Alive o Once nacquero in questo modo.
I testi e la prova vocale di Vedder convinsero subito la band che trovò così il proprio frontman.

Ten uscì nel 1991 ed ebbe un enorme successo vendendo oltre 12 milioni di copie nel giro di due anni solo negli Stati Uniti.

L’album è un concentrato di grandissime canzoni hard rock che hanno come riferimento i grandi degli anni ’70 (Who, Led Zeppelin, Aerosmith, Neil Young per citarne alcuni).
La già menzionata Alive, nella quale Eddie racconta della scoperta della vera identità del proprio padre naturale, è una cavalcata rock con un fantastico assolo di Mike McCready nel finale.



Black parla invece di un amore finito e musicalmente è una bellissima ballata che cresce nel finale dove il cantante esprime tutta la propria rabbia.
Tra gli episodi migliori del disco ci sono le dure Once e Why Go, la delicata Oceans e Jeremy, altra intensa ballata, che narra di un ragazzino americano che con una pistola fece strage dei suoi compagni di scuola prima di suicidarsi, fatto realmente accaduto.




Non ci sono comunque passi falsi nell’album, tutte le canzoni sono di ottimo livello.
Nei testi e nella musica si percepiscono chiaramente la rabbia e le atmosfere intime e depresse tipiche del grunge: questo grazie alla voce intensa e potente di Eddie e alle sonorità, ora aggressive ora più delicate della band.
Ten è un lavoro che a quasi 30 anni dall’uscita mantiene la propria freschezza e non annoia per neanche un secondo: insomma, un capolavoro.



Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

Lez Punk by Jo : "What a Shame Mary Jane"

Hello Punkrockers! O come direbbe il protagonista di questo articolo, Ciao Fenomeni! Oggi vi presento un cantautore degno di nota e in particolare il suo singolo appena sfornato! Classe 1994, Luca Sammartino è un musicista pop punk lodigiano che si ispira a icone come Green Day e The Struts, ma anche ai classici Elvis Presley e Chuck Berry. Fin da ragazzino è appasionato al rock 'n' roll e tutt'oggi combatte per riportarlo in vita facendosi strada tra la discutibile musica del momento. Infatti nel 2018 decide di fondare 0371 Music Press insieme al suo amico Marco "Fapo" Fapani, un ufficio stampa che si occupa di organizzazione e promozione di eventi musicali. Grazie alla sua nuova band i Fenomeni pubblica il suo fantastico singolo "What a Shame Mary Jane". Con le sue energiche melodie pop punk che sembrano essere appena uscite da un album dei Green Day, Luca ci descrive quella sensazione di solitudine che si prova quando si realizza che quei momenti tran