Passa ai contenuti principali

Slash al Fabrique di Milano!


Che nottata rockers!
Slash, Miles Kennedy e i Conspirators hanno dato vita a uno di quegli eventi che ti rimangono impressi per mesi a venire.
Nella cornice underground del meraviglioso Fabrique di Milano qualsiasi evento che si preannuncia grandioso diventa ben più di quello che sono le aspettative, sarà la vicinanza dagli artisti, sarà che ieri sera si respirava rock 'n roll ovunque ci si girasse ma di una sera così, in Italia, ne avevamo assolutamente bisogno.

Entriamo nel dettaglio di ciò che Slash&Miles ci hanno fatto ascoltare ieri.

La serata si è aperta con un bel gruppo rock-blues chiamato Bishopp Gunn (di cui parleremo) che dopo venti minuti di intrattenimento ha lasciato il palco a un puntualissimo Slash, iniziando addirittura alle 20.58 (due minuti in anticipo!) con The Call Of Wind, che ha messo subito sull'attenti i più desiderosi di ascoltare le tonalità assurde di Miles e i primi assoli di Slash.



Con Halo,Ghost,Back From Cali iniziamo a capire di che pasta siano fatti i famigerati Conspirators, autori di grandi assoli di basso (Todd Kerns), batteria (Brent Fitz) e accompagnado quelli di Slash con la chitarra ritmica di (Frank Sidoris).

Il Fabrique esplode in un urlo di gioia e appare qualche cartellone, tra cui "Miles you are MY ANTIDOTE" ad accompagnare la canzone sugli antidoti appunto.



Dopo una malinconica, ma rockeggiante, Boulevard Of Broken Hearts, cantata da un Miles in forma startosferica ( di cui non si nota differenza tra live e studio) il microfono viene lasciato al bassista Kerns che da grande intrattenitore offre due stupende interpretazioni di We're All Gonna Die e Doctor Alibi, ricordando Lemmy dei Motorhead, co-autore del brano con Slash.

Ma ora veniamo al "nostro eroe con cilindro e occhiali", che suda, rompe corde e continua a suonare, salta, incita e a volte addirittura parla col pubblico! (cosa per lui non usuale) nel finale ricorda a tutti noi comuni mortali che anche lui è umano sbagliando ben due note!. Ma siamo al cospetto del Dio della chitarra, che ti fa sentire piccolo e estasiato quando lo guardi con le sue manone pronte a farti sciogliere con una assolo di nove minuti su Wicked Stone e a regalarti plettri e sorrisi su Driving Rain e By The Sword.

Fermi tutti! Momento Guns ! Si parte a bomba con Nightrain e tutte quelle magliette sfoggianti il logo dei GNR finalmente sono accontentate nel vedere un grondante Slash lasciare pozze di sudore sull' assolo più hard rock che sia.

Starlight e You're a Lie fanno da preludio a uno dei primi successi del team Slash-Miles cioè World On Fire, effettivamente "on fire" è lo slang giusto per definire lo stato d'animo dei rockers presenti c'è chi balla e c'è chi piange di gioia, tutte sensazioni che solo il rock può dare.




L'ultimo brano della serata diventa così una dolce-amara sensazione, la dolcezza ce la da Anastasia, il brano che mette più in mostra la paurosa tecnica di Slash e regala un riff che ti fa uscire canticchiando nella lunga fila verso l'uscita, nessuno vorrebbe andarsene da una serata così, con artisti così, con un dio della chitarra così, che ci ha regalato emozioni grandi così.

Thanks Slash!

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista alla band francese i ROAH

C iao e grazie per l'intervista. Partiamo dalla fondazione della vostra band dove, quando e perché ?! Pierre :  Mio fratello (Clément Afoumado) e io (Pierre Afoumado) abbiamo fondato la band all'inizio del 2017. All'inizio del 2016, eravamo in diversi paesi, Clément era in Canada e io nel Regno Unito (Londra). Ero in un'altra band a Londra e ho deciso di avviare il mio progetto con Clément per creare qualcosa dalla nostra musica. Nel 2017 siamo tornati in Francia e abbiamo iniziato a lavorare sulla nostra musica e trovare altri musicisti. Juan Barragan, il bassista, si è unito subito dopo e successivamente nel 2018, Quentin Thevenard (voce) e Romuald Carbone (batteria) si sono uniti a noi. Juan era il compagno di classe di Clément e colleghi di Quentin e Romuald Pierre (nell'industria dei videogiochi).    Cosa ci dite della vostra ultima canzone "Old Friend"? Clément È stata scritta qualche anno fa. La canzone parla di amici che hanno preso due strade d

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f

Wave of rock by nico.free.life : Evanescence

Buongiorno carissimi amici rockers...dopo qualche settimana...ci sono e spero che ci siate anche voi...are you ready??....in questo articolo vi farò conoscere un'altra donna dall'animo forte e dalla voce scura e profonda....chi potrà mai essere? Non datata come le altre...ma altrettanto famosa e incisiva nel suo genere....vi dice niente il nome Amy Lynn Lee Hartzler...?ma certamente che si....la bravissima vocalist e frontman degli Evanescence!!  Amy Lee classe 1981 nata a Riverside dal papà John, DJ e appassionato musicista e mamma Sara, un fratello e due sorelle. Amy è un mezzo soprano dal timbro fortemente scuro ma gestisce bene anche le note alte,cantautrice, compositrice, suona il piano, l'organo,la chitarra e l'arpa.  La sua caratteristica passione per il gotico e il vittoriano le fanno creare e gestire con abiti a tema... molto influenzata anche dallo stile del regista Tim Burton. Il gruppo degli Evanescence nasce nel 1995 dall'inc