Passa ai contenuti principali

Rock Stories - Doors on fire

Tratta da Rock bazar di Massimo Cotto.

"Sunset Boulevard. Jim Morrison e la sua fidanzata Pam stanno tornando a casa in macchina. Hanno appena registrato Alabama Song, scritta da Bertolt Brecht e Kurt Weill e suggerita al gruppo da Dorothy Fujikawa, fidanzata di Ray Manzarek. Jim è felice e, ovviamente, fatto. Si sporge dal finestrino e urla a squarciagola le note di Light My Fire. Non è ancora uscita, ma sente che quella canzone gli cambierà la vita.

Jim rimette la testa dentro la macchina, guarda Pam e dice: “Dobbiamo tornare indietro”.

Ha lo sguardo allucinato e terrorizzato.

“Indietro dove?”, chiede Pam.

“Agli studi.”

“Perché?”

“Sta andando tutto a fuoco.”

“Cosa?” Pam non capisce.

“I nastri. Qualcosa non va. Sento che stanno bruciando.”

E prima che Pam possa abbozzare una reazione, Jim pesta il piede che Pam ha sull’acceleratore e le prende il volante. Per miracolo riescono a evitare lo scontro con altre macchine che provengono dalla direzione opposta. Ora stanno viaggiando verso i Sunset Sound Studios.

Sono chiusi. Jim non si preoccupa. Scavalca il cancello. Corre verso la porta dello studio. Pam lo segue, ma non riesce a stargli dietro.

Jim apre la porta. Merda, ha davvero ragione, pensa Pam. La stanza è invasa dal colore rosso.

Pam vede Jim prendere una pompa antincendio e aprirla, inondando il rosso che si trova al centro della stanza. Il rosso sembra più forte, Jim pensa che il fuoco vince sempre, ma stavolta no, non può essere perché c’è in ballo il futuro dei Doors.

Finalmente si spegne.

E solo allora Jim Morrison si accorge che era una luce da lavoro, una di quelle luci che usavano negli studi cinematografici degli anni Quaranta.

Nessuna fiamma, nessun fuoco, nessun incendio.

Ora Jim è ancora più spaventato.

Esce dalla stanza di corsa.

“Filiamocela”, dice a Pam.

“Hai spento l’incendio?”, chiede lei.

“Sì, tranquilla, andiamo via.”

I due scavalcano il cancello, ma Jim è troppo agitato. Uno stivale, quello sinistro, rimane incastrato tra le sbarre.

Il giorno dopo, Tutti Camarata, il proprietario degli studi, convoca i discografici dell’Elektra e dice: “Ieri è successo un casino. Sapete a chi appartiene questo stivale?”.

L’Elektra non risponde. I discografici sorridono e dicono, semplicemente: “Paghiamo noi”."



Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

intervista ai gallesi Tribeless!

Cominciamo dalla fondazione della band. Dove, quando e perché? La band si è formata quando Max (batteria) ha incontrato il nostro ex chitarrista su un sito web di musica nel 2017. Ci sono stati alcuni cambiamenti di formazione lungo il percorso, tuttavia ora abbiamo una solida formazione con cui andare avanti. Pensiamo che la vostra ultima canzone "F ormed by us " sia fantastica e meriti di essere ascoltata qui in Italia! Questo significa davvero molto per noi, siamo così felici che vi piaccia il nuovo singolo! Finora siamo stati assolutamente sopraffatti dalla risposta! Com'è la situazione del rock nel tuo paese? Quanto seguito ha? Il rock è molto vivo in Galles, con band come  Those Damn Crows e Florence Black che mostrano cosa può venire fuori da un piccolo paese come il Galles. Ha sicuramente un grande seguito, in tutte le fasce d'età, e con una così ampia varietà di "tipi" di rock oggigiorno, ce n'è per tutti i gusti. Raccontateci del vostro paese e