Passa ai contenuti principali

It's only rock 'n roll By Paolo Maiorino : Ac/Dc !

La band che in assoluto è stata fondamentale sotto diversi punti di vista nella mia vita è sicuramente riconducibile agli Ac/Dc. Un mio amico mi fece conoscere la band alla fine degli anni 70 e parliamo dei tempi del primo vocalist Bon Scott. I miei primi dischi furono Let There Be Rock, Powerage ed il live If You want blood. Quello fu il mio svezzamento! 



Poi rimasi sconvolto come tutti per l’improvvisa scomparsa di Bon e sorpreso dalla velocità di reazione della band, che nel giro di pochi mesi, con l’innesto di Brian Johnson entro’ in studio e pubblico’ il monumentale Back in Black



Nel frattempo avevo recuperato tutti i loro dischi precedenti, letto libri, visto il docufilm e votato la mia passione più grande per questa incredibile band australiana. Gli anni 80 ci portarono For Those About To Rock prima e Flick of the switch poi. 

E fu nel 1984, qualche mese dopo la pubblicazione di Flick, che andai allo stadio del baseball di Nettuno a vederli in concerto con i giovani Motley Crue di Shout at the devil come opening act. Avevo 18 anni. La vita mi porto’ un paio d’anni più tardi a trasferirmi per motivi di studio e di lavoro negli States, dove collezionai una decina di loro concerti live nell’arco dei miei 5 anni di permanenza americana . Il tour di Fly on the wall, poi quello di Who Made Who, poi non ricordo veramente più! Faccio veramente fatica a ricordare e mi aiuto con i gruppi spalla per collocarli temporalmente. I Krokus di Ballroom Blitz, I Whitesnake di 1987, i giapponesi Loudness... e nel frattempo collezionavo versioni statunitensi dei dischi e anche qualche chicca australiana che trovai nella Mecca dei negozi di dischi, It’s Only Rock’n’roll a New York. 



La soddisfazione di incontrare ed intervistare Brian Johnson e Malcolm Young, quando scrivevo di heavy rock e poi da discografico, l’onore di lavorare con loro a partire dal 1995 alla Sony. Lo penso sinceramente : sono stato fortunato , molto fortunato. Altri 4-5 concerti ed incontri ufficiali con la band per consegnargli dischi di platino e premi vari. Non facilissimi dal punto di vista manageriale, ma ad un gruppo così si perdona e concede tutto. 

La morte di Malcolm mi ha colpito molto e credetemi quando dico che se Angus e’ sempre stato il vero frontman, il motore del gruppo era proprio Malcolm. Il Capitano della squadra. Sono più di 40 anni che li ascolto e che mi professo loro fan. Il mio disco preferito è quel primo live, If You Want Blood, seguito da Back in Black ed a seguire Let There Be Rock. Il mio pezzo preferito in assoluto è “Sin City”, seguito da “Whole lotta Rosie” e “Let there be rock”!

Commenti

Post popolari in questo blog

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f

LaRagazza del Rock ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DEL ROCK!

Ciao Amici Rockettari,  eccomi ancora qui, stavolta vi porto a spasso con me! Parliamo di luoghi “ROCK”. Possono essere concerti, stadi, strade o Hotel, poco importa… vengono ricordati nell’immaginario collettivo  poiché è successo qualcosa di veramente sensazionale e che ha cambiato la storia. In attesa di poter riprendere a viaggiare normalmente, di essere liberi di prendere un aereo per finire chissà dove, facciamoci un bel tour nei luoghi più famosi del rock! Questo è l’itinerario: per rendere giustizia rechiamoci in primis dove è nato il genere:  STATI UNITI D’AMERICA:  OHIO – CLEVELAND : il Rock & Roll Hall of Fame è un museo alla memoria dei più importanti artisti e  personalità della musica: Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Buddy Holly, Chuck Berry….  Tra le mostre temporanee vi cito alcuni degli artisti meglio rappresentati come Elvis Presley, The Who, John, Lennon, U2, Bob Dylan, The Clash. Per prendere un po’ di sole, ci spostiamo in CALIFORNIA – EL CERRITO: La “Metallima