Passa ai contenuti principali

Lez Punk by Jo: Americana, The Offspring

Hello Punkrockers!
Uno di questi giorni passando per la home di instagram ho notato la cover di un album modificata a tema coronavirus. Si tratta dell'album "Americana" degli Offspring, quindi ho pensato di parlarne con voi oggi.



"Americana" è il mio album preferito per le sue fantastiche tracce come "Staring At The Sun" o "Walla Walla". Oppure anche per gli energetici riff di chitarra di "The Kids Aren't Alright" e "Feelings".

Una particolarità dell'album è la prima traccia "Welcome" che dura solo 10 secondi con John Mayer che introduce l'album dandoci il benvenuto.



L'album, pubblicato nel 1998, è stato uno dei maggiori successi degli Offspring infatti è stato menzionato nella top 50 migliori album punk dalla rivista Kerrang!

L'album è composto per la maggior parte di canzoni pop punk ma contiene comunque delle tracce con sonorità potenti e tendenti verso il rock.

Più avanti parlerò sicuramente di altri album molto conosciuti 😉
Punk's not dead.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervistiamo i Reasons Behind!

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista. Iniziamo. La prima domanda riguarda la vostra storia con il mondo del rock, come lo avete scoperto,e come vi ci siete innamorati? Considerato che l’età dei membri della band varia parecchio, la risposta a questa domanda non può essere univoca, perché ciascuno di noi ha vissuto una fase diversa della continua evoluzione del rock, anche se magari solo per qualche anno. Il nostro chitarrista Gabriele, ad esempio, è degli anni 80 e ha vissuto il periodo in cui il video musicaleè diventato mainstream, scoprendo band come Europe, Queen o anche Bon Jovi. Michele (il bassista) fa parte di una famiglia in cui non è il solo musicista, quindi la musica lo ha accompagnato fin dalla tenera età, mentre per il nostro batterista Andrea la cosa è stata un po’ più di stomaco, visto che comprò il suo primo CD degli Iron Maiden perché attirato dalla copertina. Elisa è invece un caso un po’ più particolare, essendosi avvicinata al mondo del rock/m

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

LaRagazza del Rock ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DEL ROCK!

Ciao Amici Rockettari,  eccomi ancora qui, stavolta vi porto a spasso con me! Parliamo di luoghi “ROCK”. Possono essere concerti, stadi, strade o Hotel, poco importa… vengono ricordati nell’immaginario collettivo  poiché è successo qualcosa di veramente sensazionale e che ha cambiato la storia. In attesa di poter riprendere a viaggiare normalmente, di essere liberi di prendere un aereo per finire chissà dove, facciamoci un bel tour nei luoghi più famosi del rock! Questo è l’itinerario: per rendere giustizia rechiamoci in primis dove è nato il genere:  STATI UNITI D’AMERICA:  OHIO – CLEVELAND : il Rock & Roll Hall of Fame è un museo alla memoria dei più importanti artisti e  personalità della musica: Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Buddy Holly, Chuck Berry….  Tra le mostre temporanee vi cito alcuni degli artisti meglio rappresentati come Elvis Presley, The Who, John, Lennon, U2, Bob Dylan, The Clash. Per prendere un po’ di sole, ci spostiamo in CALIFORNIA – EL CERRITO: La “Metallima