Passa ai contenuti principali

Wave of Rock By @nico.free.life: Radiohead

Buongiorno e ben ritrovati carissimi Rockers... Come state? mi Auguro bene e con il morale in discrete condizioni...dai che forse per maggio siamo tutti liberi... sempre con le dovute precauzioni, ovvio, perché ricordate liberi si ma con moderazione!!
Ok detto ciò, oggi parleremo di una band da uno stile musicale tutto elettronico.... il loro nome? I Radiohead. 




Questa band nasce nel 1985 suona varie tipologie di musica,da un rock alternativo ad un elettronico underground fino al  brit pop. 
Fondata da Thom Yorke (voce, chitarra, pianoforte), Jonny Greenwood (chitarra solista, tastiera, sintetizzatore,onde Mortenot), Ed O' Brien (chitarra,voce di supporto), Colin Greenwood (basso elettrico, sintetizzatori), Philips Selway (percussioni).



In primo tempo la formazione era solo tra Thom e Colin,che frequentavano la stessa scuola ad Oxford,poi nel 1986 alla formazione si uniscono anche Ed e Philip dando origine ai "On a Friday", nome che deriva dall'unico  giorno nella quale si riunivano per fare le prove,il venerdì.

Poi  successivamente si unì il fratello dei Greenwood.... Jonny da prima tastierista diventó in seguito chitarrista.Nel 1991 il nome della band diventa Shindig, ma duró poco. Nell'agosto dello stesso anno il gruppo viene notato da Chris Hufford,a dicembre firmano il loro primo contratto con la EMI.

Ma con il successo alle porte bisogna trovare un nuovo nome per questa band emergente.Vi svelo un piccolo segreto,si narra che il nome dei Radiohead sia venuto fuori dalla scelta dei titoli di 5 canzoni scritte  su un pezzo di carta dal loro fondatore...e da qui il loro attuale nome . 



Nel 1992 Il loro primo singolo Creep è un insuccesso. In seguito l'album "Pablo honey " ebbe un successo a livello mondiale solo negli Stati Uniti ma non in Inghilterra. Nel 1995 esce il loro secondo album "The Bends". Mentre con il terzo diventano più famosi dove il suono è esteso con  temi di alienazione moderna. 

Nel 1997 esce "Ok computer ", successo degli anni 90 e pietra miliare della band. Nel 2000 "Kid A" e nel 2001 "Amnesiac" che gli porta tanta popolarità,in effetti qui si noterà l'evoluzione dello stile musicale un po' contemporaneo del free jazz ed elettronico. Nel 2003 "Hail to the Thief " raggruppano tutti gli stili usati nel corso della loro carriera artistica. Thom York il loro frontman ha una voce unica e commovente è un tipo introverso e discreto,nasce a Wallingbrough nel 1968.



 Anche lui purtroppo segnato da un'infanzia complessa, che riguardano il suo stato di salute, subendo vari interventi chirurgici per una paresi congenita che gli ha provocato una semi cecità...e modificando l'aspetto del suo viso, che oramai tutti conosciamo ed è una sua caratteristica. Da piccolo la sua famiglia si trasferiva  spesso per lavoro e lui, in seguito a tutti questi traslochi, aveva difficoltà a fare amicizia. Anche se in seguito a scuola conobbe i componenti della sua attuale formazione. I Radiohead tutt'oggi sono attivi e con l'intenzione di emozionarci ancora per molto. Anche questa volta abbiamo imparato che il miglior genio artistico  nasce da situazioni difficili che segnano dall'interno o all'esterno e non fermerà mai l'estro e la voglia di emergere di un musicista. Vi abbraccio virtualmente forte la vostra nico.free.life ❣️ sempre eternamente rock 🤟


Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

Lez Punk by Jo : "What a Shame Mary Jane"

Hello Punkrockers! O come direbbe il protagonista di questo articolo, Ciao Fenomeni! Oggi vi presento un cantautore degno di nota e in particolare il suo singolo appena sfornato! Classe 1994, Luca Sammartino è un musicista pop punk lodigiano che si ispira a icone come Green Day e The Struts, ma anche ai classici Elvis Presley e Chuck Berry. Fin da ragazzino è appasionato al rock 'n' roll e tutt'oggi combatte per riportarlo in vita facendosi strada tra la discutibile musica del momento. Infatti nel 2018 decide di fondare 0371 Music Press insieme al suo amico Marco "Fapo" Fapani, un ufficio stampa che si occupa di organizzazione e promozione di eventi musicali. Grazie alla sua nuova band i Fenomeni pubblica il suo fantastico singolo "What a Shame Mary Jane". Con le sue energiche melodie pop punk che sembrano essere appena uscite da un album dei Green Day, Luca ci descrive quella sensazione di solitudine che si prova quando si realizza che quei momenti tran