Passa ai contenuti principali

It's Only Rock 'n Roll By Paolo Maiorino: VInile!

Ciao ragazzi oggi parliamo di vinile . 



Io che ho passato i 50 ci sono nato e cresciuto. A casa mia non sono mai mancati e quando alla metà degli anni 80 spunto’ fuori il compact disc fui tra gli ultimi ad arrendermi. 
Ero negli States in quegli anni e ricordo chiaramente quando il mio negozio di dischi preferiti di Bloomington (Indiana) chiamato Ozarka Records mise in vendita tutti i vinili rimasti a stock prima per 1 dollaro e quando più della metà furono venduti, addirittura a 50 centesimi di dollaro! Ne acquistai circa 200 e non potrei mai dimenticare l’espressione di sgomento dei miei genitori quando quel Natale vennero a prendermi in aeroporto e tra i bagagli avevo un case pieno di dischi. 

Ho sofferto molto l’avvento dei cd. E non ho mollato neanche un vinile . Mai. Dire però che sapevo sarebbero tornati di moda no, sarebbe ipocrita da parte mia. Però che ci ho goduto come un pazzo posso dirlo!

Ma il mio atteggiamento è lo stesso di quello per la musica liquida . C’è spazio per tutto. Ho sia Spotify che Apple Music Premium ma a casa ho 5 mila cd e 5 mila vinili . La musica è musica e ricordo troppo bene quando dovevi scegliere massimo 5 cassette da portarti dietro per il Walkman o la selezione di 6 cd per il caricatore della macchina . Adesso colleghi il telefono in Bluetooth ed hai tutta la tua collezione ovunque .



Certo, poggiare la puntina sul vinile ed ascoltare il fruscio resta una sensazione vicina all’orgasmo, ma capisco che non tutti possano condividere . Un paio d’anni fa ho presenziato insieme all’amico Marco Fullone di Radiomontecarlo ad una session d’ascolto per impallinati di alta fedeltà . Eravamo a Roma al nuovo Auditorium, alla presenza di circa 150 pazzi furiosi . Gente con a casa impianti da minimo 10 mila €!!!!

Marco affronta la qualità d’ascolto con un impianto in sala. Un giocattolino da 300 mila €, con una testina da 30 mila. Robetta insomma! E fa ascoltare ai presenti una selezione di cose molto diverse tra loro : Daft Punk, Pink Floyd, Norah Jones, una roba classica e qualcosa anni 70 che non ricordo . Ogni brano prima in cd poi in super audio cd e dunque in vinile. Doveva durare un’ora e mezza il tutto, dopo 3 se non spegniamo l’impianto siamo lì ancora adesso......e la differenza, il calore del suono...... 95% delle preferenze . Con l’unica eccezione la versione in super audio cd giapponese di Norah Jones. Anche rispetto al vinile . E voi che ne pensate ?


Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

intervista ai gallesi Tribeless!

Cominciamo dalla fondazione della band. Dove, quando e perché? La band si è formata quando Max (batteria) ha incontrato il nostro ex chitarrista su un sito web di musica nel 2017. Ci sono stati alcuni cambiamenti di formazione lungo il percorso, tuttavia ora abbiamo una solida formazione con cui andare avanti. Pensiamo che la vostra ultima canzone "F ormed by us " sia fantastica e meriti di essere ascoltata qui in Italia! Questo significa davvero molto per noi, siamo così felici che vi piaccia il nuovo singolo! Finora siamo stati assolutamente sopraffatti dalla risposta! Com'è la situazione del rock nel tuo paese? Quanto seguito ha? Il rock è molto vivo in Galles, con band come  Those Damn Crows e Florence Black che mostrano cosa può venire fuori da un piccolo paese come il Galles. Ha sicuramente un grande seguito, in tutte le fasce d'età, e con una così ampia varietà di "tipi" di rock oggigiorno, ce n'è per tutti i gusti. Raccontateci del vostro paese e