Passa ai contenuti principali

Wave Of Rock by @nico.free.life : Depeche Mode

Buongiorno carissimi Rockers gli anni passano ma la buona musica resterà sempre l'icona del susseguirsi di epoche, mode, generazioni e stili,vuoi o non vuoi così è! Detto ciò oggi parlerò di una band tutt'altro che rock i Depeche Mode.


 Anno 1979 Vince Clarke fonda un nuovo gruppo con Martin Lee Gore che all'epoca era il leader di un'altra band underground chiamata i Norma and the Worms.La prima formazione fu la  French Look in seguito Composition of sound con l'arrivo di Andrew  Flecher . A questo punto mancava solo un frontman. Nel 1980 ascolta un giovanissimo David Gahan cantare cover di Bowie in un locale, così gli propone di unirsi alla formazione già presente,Gahan accetta,entra nella band e gli propone un nuovo nome .. i Depeche Mode; tratto da un omonima rivista di moda francese di quell'epoca (gazzettino di moda e non come tutti erroneamente confondono con moda veloce).


In quegli anni i Depeche vogliono sperimentare nuovi sound abbandonando gli strumenti acustici per dedicarsi a pieno alla musica elettronica. Fine 1980 la band esordisce  partecipando ad una compixlation la Some Bizzarre con il brano "Photographic". In seguito sotto la guida di Miller pubblicarono "Dreaming of me" che si piazzò al 57° posto nella classifica dei singoli, "New Life" all'11° posto nella UK Top 75, "Speck e Spell" album scritto da Clarke, molto da discoteca, "Just can't Get Enough, check divenne un tormentone popolare. 


Andato via Clarke, Gore riprese a scrivere per la band e nel 1982 i Depeche pubblicarono il loro secondo album, "A broken frame". Con il tour alle porte la band aveva l'esigenza di un secondo tastierista e così assunsero Alan Wilder. Formazione al completo, nessuno li fermerà più e uno dopo l'altro sforneranno dischi fino agli anni'90. Anno 1983 "Construction time again" contenente "Everything  conts " . Anno 1984 " People are people" dall' album " Some great reward" in 33 giri. 


Nell' Anno 1985 si conclude la prima fase della loro carriera con the Single (81/85).Il loro stile stava cambiando assumendo un aspetto buio e malinconico. Nell'anno 1986 comincia la seconda fase con Black celebration, toni cupi e gothic dark,che caratterizzano tutta la produzione seguente. Anno 1987 esce "Music for the masses" e "strange love", " never let me down again" e "behind the Wheel" e così consacrarono il loro successo al Rose Bowl di Pasadena.

 

Anno 1990 "Violator", contenente "  Enjoy the silence" e " Personal Jesus",qui le chitarre padroneggiavano il suono ottenendo così un enorme successo. Anno 1993 i Depeche Mode subiscono una forte crisi, Gahan rischia la vita e Wilder dopo 13 anni di collaborazione vuole mettersi a riposo. Ultimo album nel 2001 "exciter" prima della lunga pausa che si prenderanno.

 
Anno 2008 la band si riunisce per nuovi lavori e nell'anno 2009 esce "sounds of the universe", seguiranno nel 2013 "delta machine" e "Spirit" nel 2017. Un'altra storica band un altro pezzo di storia della musica e tantissimi problemi da affrontare e riuscire a risolvere,ma come ogni grande formazione che si rispetta ha contribuito a lasciare profonde impronte lungo il suo passaggio. Con un saluto carico di un buon Rock trasgressivo Nico.free.life 🤘vi da appuntamento al prossimo articolo,per voi eternamente rock ❣️

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervistiamo i Reasons Behind!

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista. Iniziamo. La prima domanda riguarda la vostra storia con il mondo del rock, come lo avete scoperto,e come vi ci siete innamorati? Considerato che l’età dei membri della band varia parecchio, la risposta a questa domanda non può essere univoca, perché ciascuno di noi ha vissuto una fase diversa della continua evoluzione del rock, anche se magari solo per qualche anno. Il nostro chitarrista Gabriele, ad esempio, è degli anni 80 e ha vissuto il periodo in cui il video musicaleè diventato mainstream, scoprendo band come Europe, Queen o anche Bon Jovi. Michele (il bassista) fa parte di una famiglia in cui non è il solo musicista, quindi la musica lo ha accompagnato fin dalla tenera età, mentre per il nostro batterista Andrea la cosa è stata un po’ più di stomaco, visto che comprò il suo primo CD degli Iron Maiden perché attirato dalla copertina. Elisa è invece un caso un po’ più particolare, essendosi avvicinata al mondo del rock/m

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f