Passa ai contenuti principali

Wave of Rock by Nico.free.life: Dire Straits

Buongiorno amici Rockers, purtroppo questa situazione non accenna ad arrestarsi e siamo di nuovo in emergenza, di sicuro parecchi di voi ,come me, sono nuovamente a casa per forza maggiore. Spero almeno di tenervi compagnia con i miei articoli,ok chiacchiere a parte la nostra band di oggi sono i Dire Straits. 


Questa magnifica band si formò a Deptford nel 1977,i suoi fondatori sono due fratelli, Mark Knopfler,un insegnante e giornalista, nato a Glasgow nel 1949 e suo fratello David, che condivideva l'appartamento con Illsley, divennero così un perfetto trio quando Mark si trasferì dal fratello,due chitarre e un basso; a completare il gruppo arrivò il batterista Pick Withers, un loro vecchio amico. 


I Dire Straits hanno saputo coniugare un rock d'effetto con il grande successo commerciale,guidati dalla sfavillante Stratocaster di Mark Knopfler "guitar hero" con un impareggiabile tecnica e dalla sua voce calda e suadente. Ma una domanda nasce spontanea....cosa sarebbero stati i Dire Straits senza Mark Knopfler? Mah... nessuno può saperlo... forse sarebbero stati una band buona di onesto rock'n'roll ma niente di più,senza raggiungere il loro successo planetario rimanendo inchiodati ai confini della Gran Bretagna,o solo a Deptford!!  e invece Mark Knopfler senza i Dire Straits?? Ma naturalmente lui sarebbe stato lo stesso Mark...con il suo talento immenso,una tecnica straordinaria e la sua forte personalità hanno creato in breve tempo il "Deus Ex machine",il padrone assoluto della band. 


"Knopfler è un fenomenale chitarrista ha la straordinaria capacità di fare emettere alla sua Schecter custom Stratocaster dei suoni che paiono prodotti dagli angeli il sabato sera, quando sono esausti per il fatto di essere stati buoni tutta la settimana e sentono il bisogno di una birra forte",una citazione che coglie in pieno  la sua abilità con la 6 corde da uno stile innovativo. In molti hanno seguito il suo modo di suonare.Un chitarrista sobrio con il tocco  delle sue dita della mano destra,in effetti un mancino diventato destroso per suonare la sua musica, un fingerpicking come un suonatore di benjo un suono alternando note calde a taglienti, senza plettro. 

I Dire Straits hanno uno stile musicale tra il blues, country e rock'n'roll,e raccontano storie del quotidiano . Il loro primo esordio fu con il nome di Cafè Racers, è grazie ad un amico di Withers che suggerì il nome Dire Straits, che significa terribili ristrettezze o tremende avversità riferito alla loro situazione economica di quel periodo, dovettero fronteggiare a lungo con il rock punk e con la disco music che in quel periodo erano molto in voga. 

Il 27 luglio del 1977 escono brani come "Sultans of swing", "waver of love","down to the wireline","wild West end","scared loving", tra ottobre e novembre incise ",south bound Again","in the gallery","six blade knife","east bound train","setting me up" e " real girl". 

Il loro primo contratto discografico gli fu offerto grazie al d.j. Charlie Guillet che ascoltando e inserendo alla sua radio locale il brano "Sultans of swing" ne fu colpito e fu apprezzato a tal punto da fargli ottene il loro primo contratto discografico con la Vertigo Records. Anno 1978 primo disco per I Dire Straits chiamato "Dire Straits" album successivo  "Communique", 1980 "Making movies",afferma e conferma la classe e la caratura tecnica di Knopfler alla chitarra ,1982 "Love over Gold ",1985 "Brothers in arms","Walk of life"," So far away","Money for nothing". Anno 1991 I Dire straits sono in vetta con "On every street". Ed anche questo articolo lo concludo lodando e ammirando un altro genio della chitarra ed è solo grazie a questi geni talentuosi se noi oggi ascoltiamo pezzi che hanno fatto la storia del Rock. 

Vi saluto e vi abbraccio, nico.free.life 🤟eternamente rock 🖤

Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

Lez Punk by Jo : "What a Shame Mary Jane"

Hello Punkrockers! O come direbbe il protagonista di questo articolo, Ciao Fenomeni! Oggi vi presento un cantautore degno di nota e in particolare il suo singolo appena sfornato! Classe 1994, Luca Sammartino è un musicista pop punk lodigiano che si ispira a icone come Green Day e The Struts, ma anche ai classici Elvis Presley e Chuck Berry. Fin da ragazzino è appasionato al rock 'n' roll e tutt'oggi combatte per riportarlo in vita facendosi strada tra la discutibile musica del momento. Infatti nel 2018 decide di fondare 0371 Music Press insieme al suo amico Marco "Fapo" Fapani, un ufficio stampa che si occupa di organizzazione e promozione di eventi musicali. Grazie alla sua nuova band i Fenomeni pubblica il suo fantastico singolo "What a Shame Mary Jane". Con le sue energiche melodie pop punk che sembrano essere appena uscite da un album dei Green Day, Luca ci descrive quella sensazione di solitudine che si prova quando si realizza che quei momenti tran