Passa ai contenuti principali

Intervista alla band svedese dei Diamonds and Guns!


Ciao ragazzi e grazie per l'intervista.

Partiamo dalla fondazione della band dove, quando e perché ?!

Victor e Kimmy suonavano insieme in un'altra band a quel tempo, un tipo di musica più metalcore.
Volevamo solo divertirci e suonare per forse uno o due mesi, scrivere alcune canzoni e così via.
Nel settembre 2018 abbiamo iniziato il progetto per davvero con Pontus e un batterista diffuso che si è unito alla band. Quel batterista non è durato a lungo tu
Alla fine del 2019 lo stesso savier si è unito alla band, Thomas.

Perchè avete scelto il nome Diamonds and Guns?

Volevamo onorare la scena punkrock della costa occidentale. Per un po 'di tempo abbiamo pensato di chiamarla "One Nine Nine Four", dopo il documentario su Youtube.
Avevamo alcuni nomi legati alla costa occidentale, ma abbiamo deciso "Diamonds and Guns".
Anche grazie alla omonima canzone dei Transplants che ci suonava bene in bocca.



"The Lonesome Man" la vostra nuova canzone è davvero fantastica e pensiamo meriti di essere ascoltata qui in Italia!

La canzone è stata in realtà una delle prime che abbiamo mai scritto, è una specie di storia oscura, testi oscuri e così via.
Ma ha ancora quel lato festoso  e una melodia giocosa che ti fa venir voglia di ballare.
È una bella canzone con un'attitudine fantastica, specialmente quando Thomas si è unito alla band e l'abbiamo riscritta!
Grazie per l'apprezzamento!



Qual è l'atmosfera del Rock nel vostro paese, ha molto seguito?

La cultura musicale in Svezia è sempre stata fiorente. Gli svedesi amano la musica e il genere rock è sempre stato nel nostro cuore. Molti ragazzi danno vita a gruppi rock da ragazzi e continuano a suonare fino a quando non hanno costruito la propria fan-base. Abbiamo molte scene live, quindi la musica è davvero presente e attiva.

Qual è la vostra opinione sul rock n roll? Pensate sia ancora vivo?

Il rock'n'roll non morirà mai. Tutti hanno bisogno del rock'n'roll nella loro vita. 
Alcune persone dicono che la scena rock sta morendo, io dico che sta soffrendo, ma non morirà mai. Sono tempi duri con l'era digitale che prende il sopravvento e con tutte le piattaforme musicali che vomitano blip-blop mainstream. 
Oggi le persone ascoltano una canzone su Spotify i primi 2 secondi e poi decidono bene o male, senza nemmeno ascoltare il ritornello, è un peccato. Ma le persone saranno sempre interessate alle persone e quella curiosità manterrà vivo il rock. Non riguarda solo le canzoni ma anche la rock band dietro le canzoni!


Il nostro blog, qui in Italia, cerca di fare del rock n roll la musica più ascoltata, dai più giovani, avete un'opinione o un consiglio da darci?

Sì! Sostenete la scena dal vivo! si tratta del posto dove si incontrano i rockhead! Quando questa merda pandemica sarà finita, porta i tuoi migliori amici e vai a vedere il rock dal vivo! Non deve essere il più grande dei club, vai a sostenere gli eroi della tua band locale!

Miglior momento di un vostro concerto:

Quando finiamo di suonare e possiamo andare a letto!
Scherzi a parte, solo suonare le nostre cose dal vivo è un emozione di per sé e la maggior parte delle volte non vuoi fermarti perché ha un effetto così naturale.


Parlateci del vostro primo concerto:

Era nel bel mezzo del nulla, in Svezia.
Se ricordo bene i monitor non funzionavano correttamente, rendendo difficile l'audio. In qualche modo siamo riusciti a farcela e penso che comunque abbiamo messo su uno spettacolo dannatamente infernale.

Quali sono i vostri artisti preferiti ?

I nostri gusti sono generalmente molto contrastanti, ma penso che saremmo tutti d'accordo sul classico punk rock della costa occidentale come Social Distortion, pop punk come i Blink 182 e simili hanno avuto la loro influenza su di noi, persino la band death punk norvegese Turbonegro per certi versi.

Se dico rock n roll voi rispondete?

Quando!? Dove!? Andiamo!!

Vi aspettiamo in Italia!

Non appena c'è una sola Corona al mondo: la birra!

Thank you very much, Andrea.


Take care and stay safe ❤
Victor e la band.


Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

intervista ai gallesi Tribeless!

Cominciamo dalla fondazione della band. Dove, quando e perché? La band si è formata quando Max (batteria) ha incontrato il nostro ex chitarrista su un sito web di musica nel 2017. Ci sono stati alcuni cambiamenti di formazione lungo il percorso, tuttavia ora abbiamo una solida formazione con cui andare avanti. Pensiamo che la vostra ultima canzone "F ormed by us " sia fantastica e meriti di essere ascoltata qui in Italia! Questo significa davvero molto per noi, siamo così felici che vi piaccia il nuovo singolo! Finora siamo stati assolutamente sopraffatti dalla risposta! Com'è la situazione del rock nel tuo paese? Quanto seguito ha? Il rock è molto vivo in Galles, con band come  Those Damn Crows e Florence Black che mostrano cosa può venire fuori da un piccolo paese come il Galles. Ha sicuramente un grande seguito, in tutte le fasce d'età, e con una così ampia varietà di "tipi" di rock oggigiorno, ce n'è per tutti i gusti. Raccontateci del vostro paese e