Passa ai contenuti principali

Intervista a Piter Seil "100% Pure Rock'n'Roll"!

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista.

Iniziamo.

La prima domanda riguarda la tua storia con il mondo del rock, quali sono i tuoi primi ricordi ,e come ti ci sei innamorato?

Ciao e grazie a voi! La passione è nata a 13 anni, mi sono avvicinato al mondo del rock quando ho iniziato a suonare la chitarra. 

Era il genere musicale che più mi entusiasmava ed a cui sono rimasto legato negli anni. I riff di Jimmy Page mi hanno letteralmente folgorato!

Abbiamo ascoltato "100% Pure rock 'n roll", il titolo è perfetto, grandi riff e grande ritmo, bellissimo! Come è nato questo progetto?

Grazie mille! Il mio progetto solista è nato dall'esigenza di avere piena autonomia espressiva: sono una one-man-band, le canzoni vengono composte, suonate e cantate interamente da me. Avevo bisogno di uno spazio personale dove poter raccontare senza compromessi il mio mondo e il mio modo di intendere la musica.

"100% Pure Rock'n'Roll" è un concept album che rappresenta a pieno il mio progetto: riportare il rock al suo stato puro ed incontaminato, in anni in cui questo genere pare aver perso il suo originario spirito eversivo e ribelle.

In sostanza, con "100% Pure rock 'n roll" il rock torna ad essere rock.


Il titolo, che è molto emblematico, come lo hai scelto?

Cercavo un titolo chiaro ed in grado di esplicitare il concetto di fondo che caratterizza l'intero album.Non nascondo che i titoli dei successivi album saranno molto simili a questo...

Qual è tuo artista preferito e perché?

Sceglierne uno è davvero difficile, adoro i Rolling Stones, AC/DC, Motorhead e tanti altri. Per rispondere alla domanda posso però risalire a chi ha influenzato me e le band citate: Chuck Berry. 

Quale sono i progetti per il tuo futuro?

Continuare a creare del 100% puro rock'n'roll senza fronzoli, in pieno stile Piter Seil, per chi – come me – dopo aver ascoltato e riascoltato i grandi classici del rock ha voglia di ascoltare nuova roba autentica ed incontaminata, con una personalità musicale ben definita e distinta.

Il sound e l'impronta dei successivi lavori è già chiara e delineata. In poche parole, se vi piace questo primo album vi piaceranno anche gli altri.


Se dovessi descrivere il rock con una sola canzone, quale sarebbe?

Direi Jumpin' Jack Flash: è una canzone che, per me, racchiude lo spirito primordiale del rock'n'roll.

I giovani oggi sembrano essere molto meno rock che un tempo! a cosa è dovuto secondo te?

La ribellione giovanile viene incanalata in qualcosa di davvero poco ribelle: vantarsi di avere gioielli e collane, o il cash. Tutto questo mi sembra ridicolo, oltre che poco ribelle.

Il problema è anche terminologico: oggi viene definito rock ciò che palesemente non lo è.

Sai, il rock è pericoloso perché punta alla libertà dell'individuo. Quale società vorrebbe promuovere messaggi in grado di risvegliare l'individualità di ognuno? Nessuna ovviamente, sarebbe controproducente.Si preferisce piuttosto associare il termine rock a qualcosa di commerciale, vuoto ed inoffensivo; alle mode di turno o all'immagine di una musica fatta di tatuaggi e chitarre distorte, ma priva di sostanza. O ad artisti che fanno tutt'altro genere – pop o trap – e si definiscono rock senza esserlo.

Il nostro blog nasce con l'intento di far avvicinare i più giovani al magico mondo del rock, hai consigli?

Purtroppo molte riviste e radio rock di rilevanza nazionale anziché dar voce alle nuove band preferiscono – per ovvie ragioni commerciali – occuparsi del genere musicale di tendenza, oppure osannare in eterno le band del passato.

In questo modo i giovani, per forza di cose, non possono trovare nuovi riferimenti in ambito rock. Voi invece siete una webzine del settore che si occupa effettivamente di questo genere musicale, quindi state facendo la vostra parte. Vi consiglio quindi di continuare così. Se ogni canale di comunicazione rock facesse la propria parte, il genere beneficerebbe  sicuramente di una maggiore visibilità, quindi di un maggior interesse da parte dei giovani.

Secondo te quali sono le band che ora come ora possano essere il futuro del rock?

Molte band del presente fanno un rock annacquato che, pur essendo prodotto bene, ha ben poco di ribelle. In ambito mainstream ci si limita a copiare l'immagine e il sound di una band del passato, ma ciò, a mio avviso, genera inutili doppioni.

Mi piace invece l'attitudine dei The Darbies, una giovane band californiana, credo che abbiano lo spirito giusto.


In un ultimo ti chiedo per te cosa significa la parola ROCK?

Libertà, energia, passione. Essere se stessi senza compromessi.


Commenti

Post popolari in questo blog

Cover! By @acarugini : L' Adagio di Albinoni

Tomaso Giovanni Albinoni è stato un compositore e violinista barocco, nacque a Venezia l’8 giugno del 1671 e vi morì il 17 Gennaio del 1751. Il suo ‘Adagio in Sol minore’ per archi e organo su due spunti tematici e su un basso numerato (Mi 26) e ribattezzato più semplicemente come ‘Adagio di Albinoni’, è in realtà una composizione del musicologo Remo Giazotto pubblicata nel 1958 dalla Ricordi. Esatto! Il famoso Adagio di Albinoni, non è di Albinoni! O meglio, non è tutta farina del suo sacco, ma andiamo per ordine… Remo Giazotto è stato un musicologo, compositore e biografo italiano ed è conosciuto soprattutto per il catalogo sistematico delle opere di Tomaso Albinoni. Durante le sue ricerche sul compositore veneziano, il musicologo trovò tra le macerie della biblioteca di Stato di Dresda, l'unica biblioteca a possedere partiture autografe albinoniane, i frammenti di un movimento lento di sonata (o di concerto) in sol minore per archi e organo. Giazotto dichiarò di aver "ricos

Waveofrock by @nico.free.life : Måneskin "chiaro di luna"

Buongiorno Rockers,allora siete pronti per questo viaggio nella musica rock Italiana...??? Questo articolo ho deciso di dedicarlo  ad una giovane ed emergente rock band italiana che ha trionfato agli Eurovision song contest con una ventata di puro  e fresco rock, portando l'Italia al primo posto in questo triste 2021. Loro si chiamano Måneskin....Chi sono i Måneskin...?? Sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 composto dalla voce di Damiano David,dal basso di Victoria De Angelis, dalla chitarra di Thomas Raggi e dalla batteria di Ethan Torchio. Sì sono fatti conoscere nel 2017 partecipando all'undicesima edizione del programma di X Factor,anche se sono arrivati alla seconda posizione hanno firmato un contratto con la Sony Music pubblicando l'EP "Chosen".  Nell' anno 2021 hanno vinto la 71°edizione del festival di Sanremo con il brano "Zitti e buoni" e con questo brano hanno vinto la manifestazione dell'Eurovision Song cont

intervista ai gallesi Tribeless!

Cominciamo dalla fondazione della band. Dove, quando e perché? La band si è formata quando Max (batteria) ha incontrato il nostro ex chitarrista su un sito web di musica nel 2017. Ci sono stati alcuni cambiamenti di formazione lungo il percorso, tuttavia ora abbiamo una solida formazione con cui andare avanti. Pensiamo che la vostra ultima canzone "F ormed by us " sia fantastica e meriti di essere ascoltata qui in Italia! Questo significa davvero molto per noi, siamo così felici che vi piaccia il nuovo singolo! Finora siamo stati assolutamente sopraffatti dalla risposta! Com'è la situazione del rock nel tuo paese? Quanto seguito ha? Il rock è molto vivo in Galles, con band come  Those Damn Crows e Florence Black che mostrano cosa può venire fuori da un piccolo paese come il Galles. Ha sicuramente un grande seguito, in tutte le fasce d'età, e con una così ampia varietà di "tipi" di rock oggigiorno, ce n'è per tutti i gusti. Raccontateci del vostro paese e