Passa ai contenuti principali

Rock 'n roll will never DIE

Immaginate di avere appena dismesso i panni dell'operaio e dover indossare gli abiti da tempo libero.
Bè il mio dress code prevede Rock 'n roll dalla testa ai piedi: stivale di pelle, jeans, maglietta di una qualsiasi band (rock ovviamente) e giacca con toppe di, in ordine casuale, Kiss, Acdc, Deep Purple, Iron Maiden, Alice Cooper, Ozzy, Black Sabbath, Led Zeppelin, Nirvana e, sul retro, due gigantesche pistole ornate da due rose (questo non ve lo dico nemmeno di chi si tratta).

Ora la domanda, giusta, che vi starete ponendo è: e quindi? Chissene importa di come si veste questo; ecco è proprio questo il punto, il ragionamento verte su cosa mi è accaduto quel giorno di pioggia di un mese fa.

Aspettando il treno che mi riportava nella bella ZENA, con le cuffiette che sparavano Acdc a palla e mi isolavano totalmente dal contesto urbano, tra treni che passavano e gente che urlava i fatti loro come se a qualcuno importasse qualcosa, ho notato che il mio look quel giorno era davvero evidente e traspariva che la mia passione NON è esattamente la "trap", anzi un trapper ( o trappettaro o trappezista o come si dice, boh) sarebbe svenuto al solo pensiero di tutte quelle rock  band, appiccicate sul mio giubotto.


Arrivato il treno, tra una marea di gente, vedo un ragazzino di 12-13 anni (età in cui il genere musicale si sta formando e la passione diventa una vera attitudine) che indossa una t-shirt dei Metallica, berrettino degli Acdc e pantaloni con toppa dei.... Guns !; Praticamente mi trovavo di fronte il me più giovane (con qualche toppa in meno, ma diamo tempo al ragazzo di conoscere tutto il vasto panorama).

Io non lo diedi a vedere ma ero felice, perchè quello era il prototipo di ragazzo in cui mi incarno ancora oggi. 
La cosa buffa è che lui, in segno di saluto, mi ha fatto le corna!.

Ehi Ehi Ehi! Voi che leggete! Lo sapete benissimo che le corna per noi rockers significano rispetto e per mequel gesto equivale a dire "Ciao fratello, ci si vede al prossimo concerto!"

Ragionamento finale che risponde anche alle domande più frequenti che ci poniamo di fronte al nostro obbiettivo di riportare il rock tra i giovani e quel ragazzino, nel suo piccolo, ci sta dando ragione, il rock non muore MAI! 

Ahhh che bella la gioventù.
Ahhh che bello il rocknroll . 

Commenti

Post popolari in questo blog

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f

LaRagazza del Rock ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DEL ROCK!

Ciao Amici Rockettari,  eccomi ancora qui, stavolta vi porto a spasso con me! Parliamo di luoghi “ROCK”. Possono essere concerti, stadi, strade o Hotel, poco importa… vengono ricordati nell’immaginario collettivo  poiché è successo qualcosa di veramente sensazionale e che ha cambiato la storia. In attesa di poter riprendere a viaggiare normalmente, di essere liberi di prendere un aereo per finire chissà dove, facciamoci un bel tour nei luoghi più famosi del rock! Questo è l’itinerario: per rendere giustizia rechiamoci in primis dove è nato il genere:  STATI UNITI D’AMERICA:  OHIO – CLEVELAND : il Rock & Roll Hall of Fame è un museo alla memoria dei più importanti artisti e  personalità della musica: Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Buddy Holly, Chuck Berry….  Tra le mostre temporanee vi cito alcuni degli artisti meglio rappresentati come Elvis Presley, The Who, John, Lennon, U2, Bob Dylan, The Clash. Per prendere un po’ di sole, ci spostiamo in CALIFORNIA – EL CERRITO: La “Metallima