Passa ai contenuti principali

Intervista ai Lemmiwinks!


Partiamo dalla fondazione della band dove, quando e perché ?

Il progetto Lemmiwinks è stato avviato nel 2006 da Poti, Alex, Gabriel e Yankee a Panama City. Alcuni di noi avevano suonato insieme in altre band e poiché eravamo diventati musicisti più esperti e migliori eravamo entusiasti di creare un gruppo coeso e compatto. Doveva essere un piccolo progetto e subito dopo abbiamo registrato una demo di 4 canzoni. Non c'era un obiettivo chiaro, era solo per fare un po 'di Punk veloce. Da allora non ci siamo più fermati.

Che ci dite a proposito delle ultime vostre canzoni "Quitter" e "Sobrevivir ?, pensiamo siano incredibili e meritino di essere ascoltate qui in Italia.

Grazie! Queste canzoni sono i primi due singoli del nostro prossimo album di 12 tracce. Lo rilasceremo a coppie di singoli. Quitter è una cannzone in stile motoristico che parla di avere tutto il potenziale per fare qualcosa di grande, ma il non avere una  guida può far cadere a terra. Sobrevivir è una melodia più progressiva, ma melodica, che parla della sopravvivenza in questi tempi, molto in linea con i tempi della pandemia. Fondamentalmente, se non restiamo uniti, potremmo non sopravvivere.


Qual è il mood del Rock nel vostro paese,Panama, ha molto seguito?

Non proprio. Ogni anno è sempre un pò di meno. C'è una scena rimanente, ma è molto underground. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone non ci trova molto valore. Ma quelli di noi a cui importa, si preoccupano molto! Forse la mancanza di spettacoli durante la pandemia potrebbe aiutare a ravvivare l'entusiasmo.

Raccontateci del vostro  paese e delle vostre origini come musicisti.

Panama si trova in America centrale tra la Colombia e il Costa Rica. Sede del Canale di Panama, Mariano Rivera e le grandi Lame di Ruben. Abbiamo iniziato a suonare punk in una band chiamata Purple Cows (non cercatela) nel 1996 e suonavamo un po 'di band come NOFX e Lagwagon. Eravamo adolescenti intraprendenti che riuscivano a prenotare spettacoli nei bar anche se chiaramente minorenni.


Qual è la vostra opinione sul rock n roll? Pensate che sia ancora vivo?

Il rock and roll è vivo nello spirito, ma non tanto nel suono. L'atteggiamento è presente in molti generi, ma l'ensemble rock tradizionale con batteria, basso e chitarre è un po 'morto. Cerchiamo di registrare la nostra musica il più pura possibile in modo che ciò che senti sia ciò che siamo. Nessuna sintonizzazione automatica o editing di fantasia. In effetti, abbiamo registrato queste nuove canzoni su nastro analogico da 2 pollici.

Il nostro blog qui in Italia cerca di fare del rock n roll la musica più ascoltata dai più giovani, hai un'opinione o un consiglio per questo?

È fantastico! I giovani reagiranno sicuramente al rock se presentato in un modo fresco e moderno. Se è fatto come è sempre stato, diventa noioso e sembra antiquato. Affinché il rock torni nel mainstream, nuove band devono emergere e rinfrescare il suono, l'aspetto e l'atmosfera del genere. È possibile, ma ci vorrà del tempo. Una nuova figura tipo Kurt Cobain potrebbe emergere da un momento all'altro, si spera.


Quali sono i momenti più belli di un vostro concerto?

L'intero concerto! A parte di scherzi. I nostri spettacoli sono spontanei e crudi, quindi varia a seconda dello spettacolo e il pubblico gioca sempre un ruolo importante nell'atmosfera, ovviamente. Il nostro ultimo spettacolo prima del Covid è stato in una località balneare di Panama per un festival musicale chiamato Barro Fest. Abbiamo suonato a un after party in uno spazio angusto (senza palco) ed è stata una follia. Preferiamo spettacoli più piccoli poiché la nostra musica riesce a connettersi in modo più diretto rispetto ai palchi dei festival più grandi.

I vostri artisti preferiti?

Fugazi, Propagandhi, Meat Puppets, Sonic Youth. Siamo stati abbastanza fortunati da aver suonato e fatto amicizia con alcuni di loro.

Raccontateci del vostro primo concerto.

Al primo concerto il nostro batterista Gabriel era così strafatto di cocaina che non riuscivamo a continuare a suonare. Era una festa in casa nel 2006. Benito era in cartellone con la sua band di allora, gli "SK" e conosceva le canzoni così ci ha aiutato ha finire il set. Dopo di che si è unito ufficialmente alla band e il resto è storia.

Vi aspettiamo in Italia! 

Facciamo dopo il Covid! Speriamo di poter fare amicizia con persone come voi e con alcune band del nostro genere per realizzare nuovi spettacoli. Sarebbe un sogno suonare in Europa per la prima volta.

In English

Hello! Here you go. Thanks so much!

Starting with your band foundation where, when and why?!

Lemmiwinks started in 2006 by Poti, Alex, Gabriel and Yankee in Panama City. Some of us had played together in other bands and since we were now older and better players, we were excited to create a tight ensemble. It was supposed to be a small project and recorded a 4 song demo right after. There was no clear goal, just to make some fast punk music. We haven’t stopped since then.

How about your last songs "Quitter" and "Sobrevivir ? , we think are amazing and deserve to be listen here in Italy. 

Thank you! These songs are the first two singles off our upcoming album of 12 songs. We’ll be releasing it in pairs. Quitter is a motorhead-esque in your face fast track that talks about having all the potential to do something great, but not having the drive and falling flat on your face. Sobrevivir is a more progressive, yet melodic tune that talks about survival in this day in age, very in line with Pandemic times. Basically, if we don’t stick together, we might not survive.

What is the mood about Rock in your country, it have a lot of following?

Not really. Every year it’s less. There is a remaining scene, but it’s very underground. Unfortunately, most people don’t see much value in it these days. But those of us that care, care a lot! Perhaps the lack of shows during pandemic might help restart the enthusiasm.

Tell us about your country and your origins as musicians.

Panama is located in Central America between Colombia and Costa Rica. Home of the Panama Canal, Mariano Rivera and the great Ruben Blades. We started playing punk in a band called Purple Cows (don’t look for it) back in 1996 and sounded a bit like bands like NOFX and Lagwagon. We were resourceful teenagers who managed to book shows in bars although we were clearly underage.

How is your opinion about rock n roll? You think is still alive?

Rock and Roll is alive in spirit, but not so much in sound. The attitude is there in many genres, but the traditional rock ensemble with real drums, bass, guitars is kind of dead. We try to record our music as pure as possible so that what you hear is what we are. No autotune or fancy editing. In fact, we recorded these new songs on 2” analog tape.

Our blog here in Italy try to make rock n roll the most listened music in the youngest people, do you have an opinion or advice for it? 

This is great! Young people will surely react to rock if it’s presented in a fresh modern way. If it’s done the way it’s always been then it gets boring and seems antiquated. In order for rock to come back to the mainstream, new bands need to emerge and refresh the sound, look, and feel of the genre. It’s possible, but it will take some time. A new Kurt Cobain type figure might emerge any moment now, hopefully.

What are the Best moment in your concert? 

The entire concert is the best LOL. Just kidding. Our shows are spontaneous and raw, so it varies per show and the crowd always plays an important role in the vibe, of course. Our last show before Covid was in a beach town in Panama for a music festival called Barro Fest. We played an after party in a cramped space (no stage) and it was madness. We prefer smaller shows since our music gets to connect more directly than bigger festival stages.

What are you prefer artist?

Favorite bands include: Fugazi, Propagandhi, Meat Puppets, Sonic Youth. We have been lucky enough to have played and befriended some of them.

Tell us about your first concert. 

On our first concert our drummer Gabriel was so high on cocaine that we couldn’t finish the set. It was a house party in 2006. Benito was on the bill with his then band “SK” and kind of knew the songs so he finished the set. After that he officially joined the band and the rest is history.

If i Said rock n roll you say? 

Rock n roll is protest music. Punk is rock in its purest essence. In times of despair, rock is therapy. The world needs therapy. The world needs Rock and Roll.

We wait you in Italy! When do you Like to come? 

Let’s shoot for after Covid LOL. Hopefully we can make friends like you and maybe some similar bands to make some shows happen. It would be a dream to play Europe for the first time.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervistiamo i Reasons Behind!

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista. Iniziamo. La prima domanda riguarda la vostra storia con il mondo del rock, come lo avete scoperto,e come vi ci siete innamorati? Considerato che l’età dei membri della band varia parecchio, la risposta a questa domanda non può essere univoca, perché ciascuno di noi ha vissuto una fase diversa della continua evoluzione del rock, anche se magari solo per qualche anno. Il nostro chitarrista Gabriele, ad esempio, è degli anni 80 e ha vissuto il periodo in cui il video musicaleè diventato mainstream, scoprendo band come Europe, Queen o anche Bon Jovi. Michele (il bassista) fa parte di una famiglia in cui non è il solo musicista, quindi la musica lo ha accompagnato fin dalla tenera età, mentre per il nostro batterista Andrea la cosa è stata un po’ più di stomaco, visto che comprò il suo primo CD degli Iron Maiden perché attirato dalla copertina. Elisa è invece un caso un po’ più particolare, essendosi avvicinata al mondo del rock/m

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f