Passa ai contenuti principali

Wave Of Rock by@nico.free.life: Rock Destroy Hotels

 Buongiorno carissimi amici Rockers, ogni tanto faccio pausa ma tranquilli che per i miei lettori ci sono sempre. Oggi il nostro viaggio comincia non con una band o un cantante specifico ma bensì con tante band accomunate da singoli eventi che hanno creato disagi,e non pochi,negli alberghi dove alloggiavano per i loro tour.


 Ebbene sì... tante band famose durante la loro permanenza nei vari viaggi affrontati hanno distrutto stanze e quasi bruciato hotel.... ora se trattasi di trasgressione che da sopra ai palchi si sia trasferita fuori a noi non è dato saperlo ma la cosa certa è che ad alcuni di loro è toccato pagare prezzi  molto alti!


Sì parte con i Who, correva l'anno 1967 Keith Moon festeggia i suoi 21 anni all'Holiday Inn Flint in Michigan dove nella sua stanza è stata portata una grossa torta di compleanno con dentro una ragazza e da innocenti guerre di pan di spagna si è arrivati alla dinamite gettata nel wc..."oh my good"...Il risultato... tre piani danneggiati,la fuga di Moon nudo inseguito sia dal manager dell'hotel sia dallo sceriffo, causando un disastro dopo l'altro e concludendo la serata con la Cadillac in piscina,festa  perfettamente riuscita,mi verrebbe da dire 😬. 


Led Zeppelin anno 1969, all' Edgewoter Inn,qui si tratta di un episodio acquatico,di un Bonham famoso per le devastazioni alberghiere, che correva in moto attraverso i corridoi e di una groupie ubriaca e drogata e si narra che  si sia masturbata con la pinna di uno squaletto.


 Stesso hotel ,anno 1971 ,Ozzy e Tony Iommi pare che abbiano imbrattato la stanza con il sangue di uno squalo e messo poi i pezzi nel letto di Bill Ward. 


Anno 1972 si narra che i Rolling Stones all'Hyatt West Hollywood, in seguito ad un esplosione causata da Keith Richards con l'aiuto del tastierista  Bobby Keys, abbiano poi lanciato una TV dalla stanza del decimo piano,per fortuna nessuno s'è fatto male. 


Anno 1989 Thailandia ,Billy Idol tra alcool,sesso e droga pare che abbia procurato ingenti danni alla sua stanza e che abbiano dovuto chiamare l'esercito thailandese per cacciarlo perché pare abbia opposto resistenza. 


È il turno dei Nirvana, Cobain,Novoseric e Grohl nel Minnesota hanno distrutto una stanza solo per puro divertimento partendo da un quadro e finendo poi per distruggere tutto. A questo proposito,gli Iron Maiden nel 2009 hanno avuto la brillante idea,conoscendo il comportamento di alcuni loro colleghi, di creare l'hotel della dissolutezza con una "Crash Room " adibita appositamente per questi sfoghi comportamentali e distruttivi.


Anno 1998 e non da meno è stato Marylin Manson allo Sheraton Pughkeepsie distruggendo ben 4 stanze , risultato buchi nel muro e dato fuoco ad un tappeto. Avvenimento più recente, anno 2012, i Florence and the machine al Bowary Hotel, New York ,la vocalist del gruppo Florence dopo una serata di bagordi con i suoi colleghi Kayne West e Lykke Li rientrando in hotel  trova la stanza in fiamme per aver dimenticato una candela accesa e per fortuna senza gravi danni.E per concludere siamo nell'anno 2013 a las Vegas i Motley Crue lanciano un letto dall'11 esimo piano.E sotto l'affermazione di Nikki Sixx ossia "l'anima hard rock della band non si è mai spenta"... Saluto questo fantastico viaggio pieno di disastrosi eventi dandovi appuntamento al prossimo articolo, sempre eternamente rock🤟 un saluto by Nico.free.life.❣️

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervistiamo i Reasons Behind!

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista. Iniziamo. La prima domanda riguarda la vostra storia con il mondo del rock, come lo avete scoperto,e come vi ci siete innamorati? Considerato che l’età dei membri della band varia parecchio, la risposta a questa domanda non può essere univoca, perché ciascuno di noi ha vissuto una fase diversa della continua evoluzione del rock, anche se magari solo per qualche anno. Il nostro chitarrista Gabriele, ad esempio, è degli anni 80 e ha vissuto il periodo in cui il video musicaleè diventato mainstream, scoprendo band come Europe, Queen o anche Bon Jovi. Michele (il bassista) fa parte di una famiglia in cui non è il solo musicista, quindi la musica lo ha accompagnato fin dalla tenera età, mentre per il nostro batterista Andrea la cosa è stata un po’ più di stomaco, visto che comprò il suo primo CD degli Iron Maiden perché attirato dalla copertina. Elisa è invece un caso un po’ più particolare, essendosi avvicinata al mondo del rock/m

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione.  Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti.  Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa

Lez Punk by Jo : Riot Grrrl, Bikini Kill!

Hi Punkrockers ! Dato che questo 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne ho pensato di portarvi un articolo un po' speciale ;) Voglio parlare del movimento Riot Grrrl e delle sue principali band. Questo movimento ha origine negli anni 90 nelle zone di Washington e comprende tutte quelle punk rock band che trattavano quasi esclusivamente temi come femminismo, stupro, abusi domestici e sessismo. Pochi anni dopo la sua nascita questo nuovo entusiasmo andava spegnendosi ma comunque la sua influenza è presente sia nella cultura indie sia in alcune band di oggi. Uno dei principali gruppi delle Riot Grrrl sono le uniche Bikini Kill, coloro che hanno dato vita a questo movimento. Si formarono a Washington negli anni '90 e sono famose per lo più per loro tipica frase che ripetevano a squarciagola a ogni concerto "Girls to the front" che invitava le donne a stare sotto il palco dando loro così maggiore autorità. Sono riconosciute anche per le loro f