Passa ai contenuti principali

Intervista ai bielorussi Asymmetry

Partiamo dalla fondazione della band dove, quando e perché?!

Ruslan (chitarra): La band è nata molto tempo fa nella nostra città natale Minsk, nel 2008. All'epoca eravamo solo due fratelli che cercavano di suonare le nostre band preferite, come Metallica, Dream Theater, ecc. Nessuna sorpresa fin qui immagino, solo la storia di un'altra band.

Dopo un anno o due abbiamo iniziato a pensare alle nostre idee e alle nostre canzoni, e così abbiamo trovato altri membri della band. Prima abbiamo aggiunto un batterista, poi un altro chitarrista, poi invece un tastierista, un paio di cantanti maschi, ecc. Abbiamo cambiato la formazione fin troppe volte, credo. Alla fine, intorno al 2012, abbiamo deciso di registrare un EP che è stato rilasciato nel 2013. L'EP si chiama Volatile Desires e suona davvero completamente diverso da quello che suoniamo ora. È davvero aggressivo e prog.

Dal 2014 al 2018 circa abbiamo avuto un periodo molto lungo di cambiamenti di line-up, stile e il nostro atteggiamento generale nei confronti della musica. Abbiamo finito per optare per una cantante femminile che pensavamo fosse più adatta al nostro stile in evoluzione, uno più melodico e maturo. Abbiamo trovato una cantante straordinaria: Yulia, la cui voce puoi ascoltare nel nostro album Anima.

Pensiamo che il vostro album "Anima" sia fantastico e meriti di essere ascoltato qui in Italia!

Ruslan (chitarra): Molte grazie! Apprezziamo ogni buona parola e opinione sulla nostra musica. Come ogni band agli esordi, questo è ciò che ci fa andare avanti.


Com'è la situazione del Rock nel tuo paese, quanto seguito ha?

Ruslan (chitarra): Direi che c'è del movimento in corso, ma il nostro stile in qualche modo non ha il suo posto. Vedi, suoniamo una strana fusione di metal, a volte post-rock, voci pop qua e là. Quindi è naturalmente più difficile per noi trovare un buon posto. A differenza, ad esempio, delle band post-hardcore che hanno sempre un pubblico.

Ad essere onesti, l'intero movimento underground in Bielorussia non è molto attivo. Il paese ha molti problemi politici ed economici. Ciò ha un forte impatto sulla vita sociale e sull'arte, come la musica, ovviamente.

Raccontaci del tuo paese e delle tue origini come musicisti.

Ruslan (chitarra): La Bielorussia è un paese stretto tra Russia e Polonia ed è stato molto nei titoli di giornali ultimamente. Purtroppo, connesso con repressioni politiche e disordini a causa della dittatura. Non è l'atmosfera migliore per essere creativi, se vuoi. Quindi molti musicisti non ce la fanno mai veramente come professionisti a causa di un accesso molto limitato ai loro potenziali ascoltatori e al mercato musicale europeo.

In generale, il mondo post-sovietico non è così famoso con grandi gruppi rock/metal; l'Ucraina ha un aspetto migliore ora con Jinjer che schiaccia tutti sulla scena metal. Ma questa è più un'eccezione per la mia mente.

Per quanto riguarda le origini, tutti nella nostra band sono autodidatti tranne il vocalist. Le mie origini risalgono alle band metal della vecchia scuola. Tutto è iniziato per me con i Metallica, poi tutti i tipi di prog metal, come Dream Theater, Opeth, Porcupine Tree, Meshuggah, Tesseract, ecc. Ma abbiamo tutti influenze abbastanza diverse e probabilmente è una benedizione per noi. Perché possiamo unire tutti i nostri gusti e gusti per creare qualcosa di unico.



Qual è la tua opinione sul rock n roll? Credi che sia ancora vivo?

Ruslan (chitarra): Beh, certamente non è così grande come negli anni '80 o '90, ma la cosa buona è che è in continua evoluzione e si fonde con altri stili. Possiamo vedere molte nuove band che stanno facendo cose davvero fantastiche con la tecnologia, usando campioni, sintetizzatori.

Ma secondo me, tutto si riduce solo a fare ottima musica. Non importa se è rock, rap o dubstep. Quindi, con questo in mente, abbiamo solo bisogno di più band che facciano musica cool nel rock affinché diventi più "vivo".

Vedi, solo pochi mesi fa l'Italia ha vinto l'Eurovision con una canzone rock. Una canzone rock vince un concorso di canzoni pop, questo significa qualcosa.

Il nostro blog qui in Italia cerca di fare del rock and roll la musica più ascoltata dai giovani, hai un parere o un consiglio?

Ruslan (chitarra): Beh, non puoi far amare a qualcuno questo o quel tipo di musica. Ogni genere ha i suoi alti e bassi, e penso che la musica rock sia in ascesa adesso. Con grandi band come i Gojira, ad esempio, se ti piacciono il rock e il metal, non puoi fare a meno di apprezzarli.

Quindi, promuovi solo nuova musica interessante, non qualcosa che è già lì. Qualcosa di unico ma comunque ascoltabile e dal suono piacevole.

Qual è stato il vostro miglior concerto?

Ruslan (chitarra): Come artista o come ascoltatore? ahah. Ok, come ascoltatore sarebbero i Rammstein. Il loro spettacolo è unico, mai visto niente del genere.

Come musicista, non abbiamo avuto molti concerti memorabili, ma direi le finali nazionali di Emergenza in Bielorussia. È stato un evento piuttosto grande e alla fine siamo arrivati al secondo posto. Il che per una band metal non è già male.



Quali sono i vostri artisti preferiti?

Ruslan (chitarra): Oh, molti! Probabilmente inizierei con le mie band preferite di tutti i tempi per poi passare a quelle un po' meno ovvie. Quindi, i più grandi sarebbero: Opeth, Metallica, Gojira, Tesseract, Leprous, Vola. E per un po' più esotico e non metal sarebbe: Tom Misch, Immanu El, Daniel Tompkins e... The Gap Band.

Raccontaci del vostro primo concerto.

Ruslan (chitarra): Come ascoltatore, questo sarebbe probabilmente il Dream Theater nel 2008. Anche se potrei essere stato ad altri concerti più piccoli prima di quello. Ma questo è stato davvero memorabile, siamo dovuti andare fino a Mosca per vederli. E ho dovuto saltare uno dei miei esami per farlo, ma senza rimpianti. Ne è valsa la pena!

Come band, abbiamo suonato il nostro primo concerto per una dozzina di persone da qualche parte in un piccolo club a Minsk. Non so quanto sia stato terribile, ma i miei ricordi dicono che abbiamo fatto un buon lavoro (si spera). Probabilmente è una buona cosa che non abbiamo registrazioni di ciò. Potrebbe essere imbarazzante.

Se diciamo rock and roll rispondi?

Ruslan (chitarra): Da metallaro da una vita, risponderei: for those about to rock, I salute you. Haha.

Vi aspettiamo in Italia! Quando vorreste venire?

Ruslan (chitarra): Grazie mille! Ci piacerebbe venire ad un certo punto ed esibirci per voi ragazzi, e non appena il mondo tornerà alla normalità terremo a mente che l'Italia ha un grande caloroso benvenuto per noi che ci aspetta. Spero che questo accada presto. Fino ad allora — Ciao!

Commenti

Post popolari in questo blog

NUOVA RUBRICA! School of Lez Rock By Silvietta Rock : Lettera A come Appetite for destruction

Hello Kids! Inizia qui una nuova rubrica..SCHOOL OF LEZ ROCK 🤘  Io sono SilviettaRock e per qualche settimana vi portero' a fare un giro tra gli album che hanno fatto la storia del rock e della musica in generale.. Sara' una gita nell'ABC dei suoni quindi..preparate lo zaino,infilateci il vostro spirito ribelle e..HORNS UP 🤘 Si parte! Aprite il sussidiario alla pagina A..oggi la vostra Teacher vi parlera' di un album che ha rivoluzionato la fine degli anni '80 ed in senso stretto anche il gusto musicale di chi fino ad allora in camera appendeva i poster di Madonna e Duran Duran.  A come APPETITE FOR DESTRUCTION , ed A come Axl Rose, il co-fondatore  e leader dei Guns'n'Roses, 5 simpatici ragazzi che si affacciano sulla scena losangelina con i capelli cotonati e sporchi, gli occhi semichiusi e la propensione all'eccesso come nella migliore tradizione punk. Axl,Slash,Izzy, Duff e Steven in realta' non sono nuovi al mondo musicale..Hanno gia' pubb

School of Lez Rock by SilviettaRock: THE FINAL COUNTDOWN

 Buon sabato ragazzi! Anche questa settimana la scuola del rock apre i battenti straordinariamente nel weekend, ma questa Teacher sgangherata che state imparando a conoscere lettera dopo lettera, non vi lascia senza lezioncina..Oggi il mood sara' nostalgico, e ben si accorda con l'arrivo dell'autunno..I piu' "anziani" tra di voi sanno bene cio' di cui sto parlando..ed i piu' giovani impareranno a capirlo tra le righe..Quindi partiamo, fazzoletti alla mano.. Lettera F THE FINAL COUNTDOWN degli Europe. Se come me siete stati adolescenti o ragazzini negli anni '80, in questo preciso istante state gia' canticchiando..Ma andiamo con ordine..Chi sono gli Europe? Nel 1985 gli Europe sono una band svedese di belle speranze che ha all'attivo gia' un paio di album..ed anche un paio di nomi prima di approdare all'ultimo conosciuto. Dallo sfortunato WC ( ok..dai..siete svedesi..ma lo dovevate capire da soli che non era questo il nome migliore p

LaRagazza del Rock ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DEL ROCK!

Ciao Amici Rockettari,  eccomi ancora qui, stavolta vi porto a spasso con me! Parliamo di luoghi “ROCK”. Possono essere concerti, stadi, strade o Hotel, poco importa… vengono ricordati nell’immaginario collettivo  poiché è successo qualcosa di veramente sensazionale e che ha cambiato la storia. In attesa di poter riprendere a viaggiare normalmente, di essere liberi di prendere un aereo per finire chissà dove, facciamoci un bel tour nei luoghi più famosi del rock! Questo è l’itinerario: per rendere giustizia rechiamoci in primis dove è nato il genere:  STATI UNITI D’AMERICA:  OHIO – CLEVELAND : il Rock & Roll Hall of Fame è un museo alla memoria dei più importanti artisti e  personalità della musica: Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Buddy Holly, Chuck Berry….  Tra le mostre temporanee vi cito alcuni degli artisti meglio rappresentati come Elvis Presley, The Who, John, Lennon, U2, Bob Dylan, The Clash. Per prendere un po’ di sole, ci spostiamo in CALIFORNIA – EL CERRITO: La “Metallima